Avrò un posto in Cielo

di Luigi Siviero

ISSUE #33 - Cantagallo

Certo che ho giaciuto con le infedeli sulla strada per Gerusalemme e in quel momento ho dimenticato di essere un uomo e un soldato di Dio che però dopo si è pentito e riscattato, e certo che ho combattuto contro gli infedeli e no, non ricordo quanti ne ho ammazzati e non ho fatto caso se ho ammazzato donne e bambini e no, non mi sono pentito perché di questo non devo chiedere scusa a Dio in quanto combattevo per lui. Volete sapere se ho viaggiato e se nei miei viaggi ho visto Dio e se al di là delle Colonne d’Ercole, al confine del Mondo, il mare diventa un’immensa cascata e si riversa nelle stelle e no, non sono riuscito a vedere quella cascata ma mi è testimone il mio equipaggio che mi attende Lassù che l’ho udita quella cascata e il suono era atroce e mi ha quasi strappato via da questo Mondo il mare là dove si abbatte contro il cielo. E sì, ho visto Dio negli occhi di un bambino infedele morto ammazzato a Gerusalemme ed ero troppo eccitato per rendermi conto se lo avevo ammazzato io e Dio mi ha promesso che avrò un posto in Cielo se continuerò a essere un bravo cristiano.


Hey tu!

Facebook è malvagio e non ti fa vedere tutte le nostre cose! Iscriviti alla newsletter per non perdere i nuovi numeri e eventi Lahar Magazine. Ah, ogni tanto mandiamo anche delle storie a sorpresa, così.