08 – Superstizioni

Scaramanzia

di Arianna Morimando

“Non bisogna aver paura del futuro”. Con voce spensierata mi ritrovo a pronunciare quasi ogni giorno queste parole. Parole adeguate o forse inadeguate se dopo qualche secondo il respiro si fa sospiro, malinconico e sfiduciato. Tu come le leggi? Come … Read More

Figlia delle stelle

di Barbara Scalco

E’ l’ alba a Monte Chia, piccolo paesino di campagna, una ragazza si muove svelta ancora avvolta dall’oscurità della notte, il cielo è tetro, l’aria fredda ma non particolarmente pungente. Per la piccola Diana non è così, il suo cuore … Read More

Della pigrizia e della scaramanzia

di Alice Securo

Come tutti coloro che rifiutano di considerarsi dei perfetti imbecilli quando diventano consapevoli di comportarsi in maniera irragionevole, anch’io ho cercato una giustificazione assennata capace di assolvermi da alcune insensate manie. Con comportamenti illogici intendo tutte quelle piccole azioni che … Read More

Intervista a Ghemon, Bassi Maestro e Marco Polo

di Don't Panic Freak Out

Riprese e montaggio: Don’t panic, freak out! Intervista a cura di: Eric Parolin e Marco Dalla Stella Aiuto: Diego Pontarolo Ringraziamenti: Macro Beats, Vinile, Catch a Fire e Hotel Positano Music: Marco Polo, Bassi Maestro & … Read More

Bisogno di notte

di Luigi Villanova

Quel gran genio del Renato. Gli sboccia il cogito in mano più potente di una radiazione. Razionalizzando tutto, senza pietà. Implacabile aufklarung che illumina a giorno, impallidisce ogni mistero. E sparisce l’incanto, non c’è più devozione. I fiori sono composti organici. L’aurora, una rifrazione di luci. L’agonia di un cancro una neoplasia invasiva. L’amore, una scarica ormonale. Eppure quell’anteriore alla ragione, quel prima del prima che viene prima del pensiero. Quella notte oscura dove il lume si perde nella follia e le nottole volano basse. Notte in cui non si distingue un gatto da un uomo. Spalancarsi dell’abisso sotto la ragione, ma anche sopra di essa come una bocca che la pervade da ogni parte quando equazioni e teoremi non restituiscono la meraviglia di una noce. Notte in cui tutti i pensieri si sciolgono in abbracci. I silenzi in parole. La notte della ragione è la ragione della notte. Notte ci dev’essere, e bruma per preservare l’umano dall’ansia corrosiva di spiegare tutto, di pensare tutto, di dire l’ultima parola su tutto. Read More

La morale della favola

di Francesca Barco

Allora, s’era in biblioteca durante una di quelle tragiche notti in cui devi assolutamente finire il lavoro entro le dieci del mattino dopo o prendi uno 0 così tondo che ti fa fare il giro del globo e anche rifare l’anno. Davanti a me, Ghetto Olanda, che lei è proprio ghetto e non lo diresti mai che viene da Amsterdam, piuttosto da Croydon o Brixton. Di fianco a lei, Miss Stupenda, che non ho ancora capito perché s’è tinta i capelli color melanzana ma nel contesto ci sta. Ecco, lei è di origini indo-cingalesi e sta preparando una tesi sulle Tigri Tamil, cosa che la eleva all’Olimpo dello studente fantastico agli occhi miei. Ma vabbè. Davanti a lei, c’è sto amico nostro che la sta facendo ammattire, ma insomma un pezzo di pane di per sé. Tra lui e me, il nazibimbokinder-lookalike che invece si applica a far ammattire me, un altro ragazzo d’oro eh, ma diamine deciditi! Ma ok, parlerò di lui quando il Lahartheme sará ‘cioccolata’ o ‘porca miseria’. Read More

1975

di Sonia Berti

Iniziai il mio viaggio in Asia per cercare me stessa e lo finii passando da un bonzo all'altro a farmi leggere il passato e predire il futuro. Ho conosciuto Vietnam, Thailandia, perfino la Cina, leggendole sulle facce degli indovini che avevo visitato, di città in città: Bangkok, Angkor, Sihanounk, Phon Phen, Hong Kong e i loro maghi mi avevano ordinato di non mangiare carne, altri di temporeggiare nel partire per lunghi viaggi, alcuni di portare con me un Buddha, chi piccolo, chi grande, delle erbe, o dei profumi e tutti mi avevano letto un passato che era tanto vero quanto falso e un futuro che mutava di voce in voce. O questo era ciò che volevo credere? I truffatori si trovano ovunque ma alcuni veggenti ne avevano azzeccate un bel po’ su di me. M’ero sentita nuda davanti a uomini che parlavano di me meglio di mia madre e troppo ‘vestita’ di fronte ad altri, troppo diversa da quella che pensavo di essere. Read More

Ossessioni

di Martina Di Soccio

Immaginati di essere in una stanza, la tua stanza. Devi uscire, a breve dovrai dare il meglio o il peggio di te. Due ore di esercizio fisico, un po' di libertà, un buon momento per sfogarsi un pò. Prendi la sacca velocemente, tocchi l'angolo del muro, tocchi l'altro, guardi il libro del Che, esci. No, non va bene. Torni indietro e ripeti. Sei fuori. Apri la porta di casa, la chiudi. La riapri, entri e tocchi oggetti precisi, gli angoli della stanza. Esci. Devi rifarlo, ma sei in ritardo. Devi rifarlo, ma sei in ritardo. Non lo fai. Ma se non lo fai muori. Allora riapri, richiudi. Non lo fai. Scendi le scale di corsa tocchi gli angoli dei muri, tocchi il corrimano. Scendi lo scalino, risali, riscendi. Sì, forse questo racconto sarebbe troppo lungo e monotono. La strada per arrivare in palestra sarebbe troppo noiosa da raccontare, perché sarebbe un continuo toccare, tornare indietro, scacciare pensieri. Sembra un mondo di gesti,di rituali. Forse lo è. Ma tranquillo basta qualche settimana e ti abituerai. Non ti accorgerai quasi più della stranezza di certe azioni. Read More

Book Pill | numero 0 | Un segno invisibile e mio

di Book Pill Tamara Viola

Nasce Book Pill, la nuova rubrica di Lahar Magazine curata da Tamara Viola. In poche battute Tamara ci farà conoscere affascinanti opere letterarie. Troverete Book Pill in ogni prossimo numero di Lahar, ogni due mesi. Avrete giusto il tempo di finire un libro per cominciarne uno nuovo. "Un segno invisibile e mio" - Bender Aimee - Minimum Fax editore Pensate ad una favola. Una favola piena di numeri, asce, bambini delle elementari, saponette, malattie. Pensate alla perfezione assoluta, all’orgasmo perfetto, all’apice del successo. Fatto? Bene. Adesso smettete. “Sono innamorata dello smettere. A suo modo è un’arte, se ci pensate. Smettere bene richiede un innato senso della bellezza: bisogna saper sentire il momento della svolta, proprio quando il desiderio fa la sua comparsa, quello è il momento di darci un taglio, giù deciso, l’istante in cui lo smettere è maturo come una pesca che si fa dolce sull’albero: crack, si spacca il picciolo, la pesca cade per terra, nera di argento e mosche.” Mona ha vent’anni e il mondo è una sfera di terrore fra le sue mani. Solo i numeri possono proteggerla:grandi, piccoli, di cera, a forma di braccia amputate, taglienti come un’ascia che ricorda un sette. Read More

Music Pill | Superstizioni

di Marco Dalla Stella Music Pill

Il prossimo venerdì 17 farà la sua comparsa solo a maggio 2013, Maya permettendo. Se però prima di allora la iella vi si dovesse manifestare mandando a monte i vostri piani di vita non disperate. Fate un bel respiro, rimboccatevi le maniche e vedrete che le cose prenderanno il verso giusto. Mentre vi leccate le ferite però, ascoltatevi questa manciata di brani certificati antisfiga. Non si sa mai. Kills - Superstition (Keep On Your Mean Side, 2004) http://www.youtube.com/watch?v=uMXiy2XsTAs Un giro di chitarra color petrolio introduce la voce sinuosa e sensuale di VV, una specie di PJ Harvey con un doposbornia da chilo. La ripetitività si fa ossessiva reiterazione di una cruda presa di coscienza, la constatazione che la modernità stessa non è altro che, in ultima istanza, superstizione. E allora suonare un blues rock granitico, vecchia scuola, un po’ lo-fi, diviene autentico atto di ribellione da parte di chi, come il duo in questione, crede solo a quel che vede (sente). Read More

Movie Pill | Superstizioni

di Micol Lorenzato Movie Pill

Almeno la sfiga in questo mondo è democratica. Puoi essere bello ricco e famoso, un dungeon master o il più "giusto" ma stai sicuro che se l'ultimo snobbi la mutanda rossa e non fai l'amore ti aspetta un anno di magra. Prescelti o comuni mortali insomma, tutti si toccano quando un gatto nero attraversa la strada e anche attori e registi esorcizzano la jella. Scoprite come con Movie Pill! "Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male", diceva Eduardo De Filippo quindi preveniamo! Tocchiamoci e “baptizziamoci” contro il malocchio con il grande Lino Banfi in Occhio malocchio prezzemolo e finocchio (Sergio Martino, 1983). http://www.youtube.com/watch?v=v3l8QyDtfT4 Read More

Versione PDF

L’ottavo numero di Lahar Magazine in versione digitale. Se invece preferisci scaricare il PDF e conservarlo sul tuo pc, clicca QUI per il download. Read More

Piccolo dizionario

di Luca Facchini

Superstizione Dal latino superstitio¯ne(m), deriv. di supersta¯re “stare sopra”; propr. “ciò che sta sopra, che costituisce una sovrastruttura”. 1 Contegno irragionevole che assegna a cause trascendenti, ultraterrene o metapsichiche fatti ordinari; pregiudizio dettato da insipienza, analfabetismo o bigottismo. 2 (relig.) … Read More

Se mi fermassi a pensare

di Christian Caldato

Se mi fermo a pensare scopro che credo in ciò che non vedo. Se mi fermo a pensare scopro che non vedo quello in cui credo. Se mi fermo a pensare scopro che quello che sto facendo ha perso di … Read More

Psicologia delle superstizioni

di Laura scapin

In psicologia la superstizione è definita come la falsa credenza che un oggetto, o una azione, possano modificare gli esiti di un evento del quale il soggetto non ha realisticamente nessun controllo (Rudski, 2004). Molte ricerche (Burger & Lynn, 2005; … Read More

Il rigore

di Marco Traverso

José è come sempre in ritardo per la partita. La domenica dormono tutti fino a tardi nella grande stanza di lamiera. Questa mattina profuma pesantemente di piedi e del pollo che la nonna aveva cucinato la sera prima con tutte … Read More

De divinatione infelicitatis

di Giorgia Papagno

Non sono mai stata il tipo di giovane donna che crede nell’esistenza di qualche oscura energia che, facilmente liquidabile con quotidiani gesti al confine con un complesso ossessivo-compulsivo, complotta nell’etere per rovinarmi la vita: ho sempre preferito essere disfattista in … Read More

Ian della vita dopo

di Andrea Tombolato

Scelte. Ognuno di noi ne compie, ogni giorno, ogni momento. Ian l’aveva fatta semplice. Ian aveva scelto di divorarsi la vita a grandi morsi, al suon di “che ci vuoi fare amico, è destino!”. Facile così, quando la vita è … Read More

Scende lo Scirocco

di Simone Antonello

Stipati in una stretta stiva, verso destinazioni distanti, salpano sospinti dal reflusso d’un destino sconnesso. Dispersi attraverso l’immenso abisso d’un fato avverso, sospettano che presto i loro sogni scoloriscano. Read More

Il Rosso

di Nicola Andretta

Il Rosso è il mio migliore amico anche se è un ragazzo cattivo. Lui da quando lo conosco non fa che lavorare e picchiare me e i ragazzi che lavorano nella cava. È perché ha le braccia grosse e il … Read More

Istruzioni per l’uso

di Francesca Iorio Garcia

Ciao a tutti chiamatemi John. “Ciao John”. Fu così che venni accolto quel freddo giorno d’inverno al circolo delle vittime di superstizione “anonime”. Ci incontravamo tutti i mercoledì nello scantinato del bar di mio fratello; anche se il luogo di … Read More

Io credo nelle fate

di Serena Michelozzi

La superstizione è l’attitudine a dare soluzione comprensibile a fenomeni oggettivamente inspiegabili. Ovvero, gli esseri umani si rifiutano di credere che il caso esista, e si traduca nel semplice incontro tra minuscoli atomi. Ma TU, che non sei per niente … Read More

Pink Sesso

di Diego Pontarolo Pink Sesso

Per questo mio intervento sul tema “Superstizioni” ero arrivato a selezionare una traccia da sviluppare: il fatto che Lady Gaga non la dia molto facilmente perché convinta che il suo partner possa rubarle l’ispirazione musicale durante l’orgasmo. Qualche notte fa … Read More

Editoriale

di Eric Parolin

Cosa non faresti per assicurarti la benevolenza della dea bendata e per scacciare malocchi e sfortune varie? E se la vita fosse come una nottata passata al banco della roulette? “Faites vos jeux!” Ma si sa, la fortuna è cieca … Read More

Teaser dell’ottavo numero

Presentazione ottavo numero di Lahar Magazine. 24.11.2012 via Maragne, Cittadella (PD), dalle 16 … Read More

Lobster & Lahar Magazine

Lahar & Lobster tees Sabato 24 novembre, alla presentazione di Lahar Magazine #8 SUPERSTIZIONI potrete acquistare in esclusiva le nuove t-shirt di Lahar Magazine prodotte in collaborazione con Lobster. 60 pezzi in edizione limitata! … Read More