#13 - La Prima Volta

Piccolo dizionario

Prima volta pl. prime volte (ci sono sempre le) 1. circostanza che in una serie precede tutte le altre | esasperante enumerazione: la prima volta è quella che conta | si vive solo la prima volta, qualcuno lo spieghi a James Bond 2. frangente cui ormonici pubescenti attribuiscono significato mitologico e deterministico: avevo quattordici anni […]

Music Pill

01. El Santo – Garage#5 (Il Topo Che Stava Nel Mio Muro, A Buzz Supreme) Garage#5 Nome: El Santo Coordinate: Afterhours, Verdena, Queens of the Stone Age, Eels Località: Milano Segni particolari: un sound che è come una suplex dalla terza corda. 02. Zombiero Martin – You’re Hangover (Sell Your Soul To The Butcher, Autoproduzione) […]

Editoriale

#1 Supereroi: la voglia di reinventarsi, di avere dei superpoteri o al limite una calzamaglia appariscente da sfoggiare con orgoglio. #2 Caffè: senza alcuna mezza misura, decisi e lisci, forti ed amari; bandita ogni tipologia di dolcificante. #3 2084: proiettati verso il futuro; sì ok: ma quale? #4 Biciclette: chi va piano va sano e […]

Versione PDF

Il tredicesimo numero di Lahar Magazine in versione digitale. Il file PDF è anche disponibile per il download sul tuo pc. [wpdm_file id=9]

Movie Pill

Figata! L’inizio di questa Pill si scrive da solo perché non si può parlare di prime volte dietro la macchina da presa senza cominciare da Orson Welles. Se non avete la minima idea di chi sia questo maestro Miyagi del cinema tornate pure e fare i “cinofili” a casa vostra. Venuto al mondo quando i […]

Intervista a Philippe Daverio

In occasione del tema “La Prima Volta”, Lahar Magazine intervista Philippe Daverio. Intervista a cura di Diego Pontarolo e Eric Parolin. Riprese: Silvia Testa, Leonardo Tessarolo. Montaggio: Leonardo Tessarolo. Si ringrazia: Stefano Bonaldo e il Comune di Galliera Veneta.

Sam again, and again, and again

Dopo essere cresciuto in mezzo ad una giungla così fitta da non riuscire nemmeno a respirare, non ho avuto difficoltà ad ambientarmi in città. L’aria era malsana ma non si viveva male, si bevevano alcolici di pessima fattura, si mangiava quel che arrivava dalle piantagioni, sopravvivendo con lavori saltuari al mercato. Finché in una di […]

#PRIMAVOLTA #?

-Buio. Il cuore comincia a battermi più forte. Le gambe mi tremano. Il respiro diventa affannoso. Lui è vicino a me, ci guardiamo, manca poco.- -Luce. Comincio a muovermi, la musica parte, stiamo danzando, i nostri corpi si fondono, le ansie se ne vanno, ci siamo solo noi, il palcoscenico è nostro, e sembra che […]

Curve

Spazio, doppio spazio, il punto e le lettere latine: ordini di codici che non leggevo più con la voglia di una volta. Dentro di me qualcosa mi diceva che ero umano; vecchie stringhe s’impossessavano di me. Ogni giorno, lugubri passeggiate in paesaggi artificiali: modelli ricorsori dipinti tra i settori di un supporto di memoria. Vagavo […]

Armadillo | 20lines

Armadillo è chi si chiude per una naturale angoscia ed avversione al confronto con il resto del Regno Animale. Un armadillo, passeggiando come suo solito e seguendo il corso del fiume, giungerà sempre allo stesso noioso e monotono punto di arrivo. Capiamoci: “Panta rei” è una cazzata; il fiume ha uno ed un solo corso, […]

Uno sballo totale

La prima volta che ho suonato dal vivo con i No More Fear avevo diciassette anni, erano i primi di dicembre di un gelido inverno ed eravamo in Germania, a Wolfsburg, in un club punk rock attaccato al museo della Volkswagen. Suonavo da pochi mesi con loro, quello era il mio primo concerto dal vivo […]

Il sillogismo di Rocky era sbagliato

Ti rendi conto che fa davvero caldo quando vedi un vecchio non più arzillo, attraversare la strada, trascinando se stesso i pantaloni di pari età, a ritmo serrato di lumaca, alla ricerca del refrigerio nell’ingresso di un negozio di vestiti in stile emo. L’effetto Marylin Monroe dell’aria condizionata faceva traballare quell’eccesso di pelle ormai in […]

Illustrazioni
Il trono imperiale di Re Sole

Non sempre le Prime Volte corrispondono alle nostro ideale di perfezione. Anzi, spesso risultano più spiacevoli che indimenticabili. Ora, provate a pensare al Re Sole seduto per la prima volta nel suo water imperiale. No okay, non è un’immagine piacevole. Ma provateci. Ve lo immaginerete monumentale nel suo sguardo da nobil’uomo, ben stabile sopra una […]

Teaser del tredicesimo numero
D’incenso le vetrate

Posi il mio palmo aperto e titubante sulla porta dalle dimensioni abominevoli e spinsi, spinsi con più forza del previsto, feci come la voce mi aveva detto di fare. Aveva un timbro familiare, la voce, per questo mi fidavo. Non ero mai entrato in una cattedrale, a dire il vero non ero mai entrato in […]

Aurasma | Realtà aumentata

A partire dal tredicesimo numero Lahar Magazine è presente anche su Aurasma, una piattaforma per la realtà aumentata disponibile per dispositivi Apple e Android. Scarica l’applicazione dal tuo app store, una volta aperta cerca e segui il canale di Lahar Magazine. Inquadrando la rivista potrai accedere a molti contenuti multimediali!

Pink Sesso

La prima volta era in treno, su quei sedili di legno bisunto che odorano di vite vissute malamente. Umberto non lo sapeva che quella era la prima volta, perché la prima volta ti prende e ti porta via: la prima volta è una stronza. Mattina di fine novembre a Mantova, una nebbia di quelle che […]

L’archivio

Non si ricordava come aveva cominciato, ma non era importante, avrebbe potuto controllare nei suoi archivi se ne avesse avuto bisogno. Perché era questo che faceva: archiviare. Ordinava, registrava e catalogava IL momento privilegiato di ogni esperienza che aveva avuto: l’inizio, l’incipit, l’esordio, la scintilla primordiale, quell’istante che gli procurava l’inesprimibile brivido. Era QUEL brivido […]

Book Pill

Io penso sempre a quando morirò. Immagino tutto nei minimi particolari: la bara piena di marshmellow, i mazzetti di fiori di lavanda, qualcuno che suona David Bowie. Immagino persone addolorate di partecipare a questo addio. Sento quello che bisbigliano mentre la mia bara piena di marshmellow viene sepolta in qualche bellissima libreria di Roma, forse […]

Sedicimetri

Sedici metri più in basso, in acqua, c’era mio padre. Muoveva le gambe come i pallanuotisti e le braccia in piccoli cerchi. Nei suoi occhi era esaurita la pazienza. Io avevo i capelli impastati di sale, le labbra viola, le spalle contratte dal freddo, e un costume troppo stretto che mi segava la pelle all’altezza […]

Scelte

La prima volta che sono nato mi venne subito consegnato il mio personale carnet delle ‘prime volte’. Mi spiegarono che avevo a disposizione un’unica prima volta per ogni esperienza che avrei intrapreso nella mia vita. Potevo scegliere esclusivamente io come e quando consumare le mie prime volte. Ogni prima volta inoltre sarebbe stata straordinaria e […]

Inconsapevole convivenza

Silenzio. Mi trovavo perennemente in uno stato di sopore, simile al sonno. Mi muovevo di rado, girandomi e rigirandomi nelle acque calde di quella strana piscina, sbattendo di tanto in tanto contro una parete piuttosto morbida. Avete presente quegli astronauti in orbita nello spazio, fluttuanti nella loro navicella in assenza di gravità? Ecco, sembravo uno […]

Ciao, sono Thomas

Schiaffi sulle mani. La vergogna di essere stato punito per l’ennesima volta in pubblico e senza apparenti spiegazioni. Non per Thomas, almeno. Che gusto ci troveranno gli adulti a guardare ma non toccare. L’angolo della gonna della mamma, il peluche sullo scaffale più in alto, il più morbido di tutti, le caramelle alla cassa. Insomma […]

La politica, che noia

La politica, che noia: a che serve, non si discute d’altro, in vacanza non compro il giornale apposta per non guastarmi il fegato. La verità, però, è che non se ne parla affatto. La tv trasmette recriminazioni arrabbiate dei cittadini, propaganda urlata dei politicanti. Quel che credo, invece, è che la politica sia intelligenza, impegno, […]

Soli in una stanza

-Dai fallo, sono pronta. -Ma sei sicura? Se non sei pronta lo capisco, non voglio metterti fretta. E’ una decisione tua. -Ascoltami. Lo sguardo di lui si posò sui suoi grandi occhi neri e si sedette sul letto accanto a lei, in qualche modo la capiva. Capiva che magari volesse aspettare, forse sarebbe stato giusto. […]

Bottoni dispari

Il colore si riconosce. Non c’è modo di nasconderlo. Sulla sua pelle il rosso dell’eccitazione, del sangue che pulsa. Dico qualcosa con in bocca una sigaretta finta, un po’ come stampella per gestualità interessanti, un po’ per parodia. Lei ride. Madonna quanto è sensuale quando ride. Siamo sotto le coperte, siamo nel mezzo di un […]

Primo Priamo

La mia prima volta avevo 10 secondi. Quella mia prima volta sono uscito da un buco e ho fatto male. La mia prima volta sono andato all’asilo a mangiare sabbia. Ho avuto poi altre quattro prime volte scolastiche, e nessuna volta ha positivamente sconvolto le aspettative fatte. La prima volta nel sesso non ha significato […]

Il mio primo overload

Il controllo totale della situazione era misto, mischiato a quelle circostanze di forze d’istinto, che mi turbavano le interiora del cranio. E non solo. Era una ragazza bellissima. Ma il controllo annaspava nella mia mente, portando la ragione a fare la parte di un naufrago mal voluto dalle acque del mare. Blablabla. Quanto parlava. Capelli […]

La classe W

Tutti ammassati come pecore in un recinto, i ragazzi del primo anno sono stipati nell’aula magna in attesa di sentir pronunciare il loro nome. In fondo alla sala, un signore alto e flessibile, come uno stuzzichino, parla ad un microfono: ”Benvenuti a tutti voi. Oggi è il vostro primo giorno di scuola. La nostra scuola […]

Il giusto tempo

Un piede premuto contro il muro di cemento, una mano aggrappata alla rete metallica, una spinta verso l’alto. Pochi istanti e mi ritrovo dall’altra parte. Sono il primo a scavalcare la recinzione. E solo ora mi rendo conto che non ho mai fatto niente del genere: mi chiedo perché. Mancava la giusta occasione, forse. I […]

Vaselina

La prima volta che sono uscita per comprare la vaselina mi sono sentita in dovere di dare delle spiegazioni. “Ho appena fatto un tatuaggio” dissi al commesso con l’aria di una perfetta adolescente imbranata. Mi guardò come si guardano i bambini che nell’errore mettono tenerezza. Mentivo e si vedeva. Ma tutto sommato non mi importava. […]